fbpx
Destinazioni

Cosa vedere ad Urbino

Pinterest LinkedIn Tumblr

Urbino è una città medievale delle Marche ed è una delle cittadine più belle e ricche di arte rinascimentale, il suo centro storico è patrimonio Unesco dal 1998.

In questo piccolo borgo c’è un patrimonio che ha segnato l’arte e l’architettura d’Europa per molti decenni, Urbino merita una visita e saprà raccontarti tante storie di bellezza e di magnificenza.

Questa città ha segnato anche la mia vita, poiché ci ho studiato e qui ho incontrato mio marito, dai banchi di un’aula studio di Sociologia, siamo arrivati in diversi angoli di mondo, sempre uniti dalla stessa passione per il viaggio e la scoperta.

Per questo motivo la mia guida sarà molto dettagliata ed è anche per questo che ogni volta che si crea un’occasione io e Fabio fuggiamo verso Urbino per far brillare di nuovo i nostri occhi con i colori accesi della sua bellezza e dei nostri ricordi.

Ecco cosa non perdere in un weekend ad Urbino, scopri cosa vedere e tante info utili per la tua visita.

“Per capire Urbino non basta una vita”  Carlo Bo

Palazzo Ducale di Urbino

Il Palazzo Ducale è una piccola città fortificata fatta costruire da Federico da Montefeltro a partire dal 1444.
Federico era un uomo colto e raffinato e voleva che il Palazzo Ducale di Urbino fosse più bello delle altre residenze principesche d’Italia, ma il suo fine ultimo era anche quello di trasformare Urbino nella “città ideale” e il palazzo doveva essere la sua massima espressione.
Inoltre amava gli artisti e voleva un posto dove ospitarli e lasciarli lavorare. Diversi architetti sono stati impegnati per più di 30 anni per costruire questo immenso Palazzo Ducale.
I due punti più belli e fotografati del Palazzo ducale sono  sono la “Facciata dei torricini” all’esterno ed “Il piccolo ufficio” giustamente definito “scrigno di bellezza, raffinatezza, prospettiva…”.
Oggi il Palazzo Ducale ospita la Galleria Nazionale delle Marche con opere di Raffaello, Tiziano e Piero della Francesca.
Qui al suo è conservato l’enigmatico e famosissimo dipinto della “Città ideale” attribuito, a seconda dei critici, a Piero della Francesca, Leon Battista Alberti, e tanti altri artisti.


Per visitare il Palazzo Ducale e la Galleria Nazionale servono almeno 3 ore.

  • Indirizzo:  Piazza Rinascimento, 13, 61029 Urbino PU
  • Orari: da martedì a domenica: dalle 8:30 alle 19:15 con chiusura biglietteria alle ore 18:15, sabato e domenica su prenotazione (almeno 1 giorno prima)
  • Costo: € 8,00 Intero
    € 2,00 Ridotto
    € 1,00 Prenotazione
  • PRENOTAZIONE ONLINE—> CLICCA QUI
  • Consiglio: accedi dall’ascensore che si trova sotto il parcheggio a Mercatale per evitare la ripida salita, oppure goditi una passeggiata in centro città.

urbino palazzo ducale

Galleria Nazionale delle Marche (Palazzo ducale)

Circa 80 sale del Palazzo Ducale sono adibite a museo e ospitano le opere della Galleria Nazionale delle Marche.
La collezione contiene opere dal 1300 al 1600, per lo più dipinti ma anche mobili, sculture, arazzi e disegni.
Le opere principali si trovano al primo piano, suddivise tra gli appartamenti abitati dal Duca e dalla sua famiglia. Nell’appartamento del Duca si trovano due capolavori di Piero della Francesca: La Flagellazione di Cristo e la Madonna di Senigallia.
Sono presenti anche diverse sale consiliari dove sono esposte la “Città Ideale”, la Comunione degli Apostoli di Giusto di Gand e il miracolo dell’Ostia profanata di Paolo Uccello.
C’è anche un’opera di Raffaello, il Ritratto di gentildonna,  accanto all’Ultima Cena di Tiziano.
Al secondo piano sono presenti opere del Cinquecento e Seicento di Barocci, Gentileschi, Guerrieri.

Casa natale di Raffaello

La Casa di Raffaello conserva solo poche opere originali del grande pittore urbinate, quasi tutte quelle dipinte da giovane. È proprio in questa casa che Raffaello Sanzio  nacque il 28 marzo 1483  e trascorse la sua infanzia formandosi inizialmente nella bottega del padre, artista alla corte di Federico da Montefeltro.
Al piano terra si trova la bottega del padre Giovanni Santi, oggi utilizzata per mostre temporanee. Al primo piano ci sono copie di dipinti di Raffaello e omaggi ad altri artisti al grande pittore urbinate. Nella Camera da letto di Raffaello è presente un affresco raffigurante una “Madonna col Bambino” considerata un’opera giovanile realizzata insieme al padre. Al primo piano c’è anche un piccolo cortile con il pozzo e la vasca dove c’erano i colori.
Spesso sono qui ospitate mostre temporanee.

  • Indirizzo: Via Raffaello Sanzio 57
  • Orari: dal lunedì al sabato: 10:00 – 13:00 / 15:00 – 18:00
    domenica e festivi: 10:00 – 13:00 / 15:00 – 18:00
  • Costo: 3 €

Fortezza Albornoz

La Fortezza Albornoz, è un grande edificio realizzato nella seconda metà del XIV secolo per volontà del cardinale Egidio Alvares de Albornoz.
Si trova all’interno del Parco della Resistenza, un bellissimo parco ben curato e che amavamo molto da studenti nelle giornate primaverili, dove  si trasformava in una grande aula studio a cielo aperto, ed in tardo pomeriggio in una festa di chitarre e voci ed aperitivi improvvisati, ed in estate in una spiaggia di bikini e gavettoni.


Si raggiunge facilmente da piazza della Repubblica, seguendo le indicazioni e risalendo per la ripidissima Via Raffaello e girando poi subito a sinistra, fino ad arrivare al suo cancello d’entrata in fondo al vicolo.
Una volta arrivato potrai ammirare alcuni tra gli scorci più belli e caratteristici della città, Palazzo Ducale, il Duomo, i campanili delle chiese della città di Urbino.
Inoltre dentro la Fortezza Albornoz puoi trovare e visitare anche il Museo “Bella Gerit”, con una parte di ritrovamenti archeologici ed un’area riservata alla storia dell’equipaggiamento da guerra in uso tra il 1300 e il 1500.
Al suo interno trovi anche un bar ed un ristorante.

  • Indirizzo in via B. Buozzi, vicino al Parco della Resistenza.
  • Orari: 8.00-19.00
  • Costo: 3€

Il Duomo

urbino duomo

Il Duomo di Urbino è la chiesa più importante della città, la prima costruzione risale al 1021, sostituita da una nuova chiesa fatta costruire da Francesco di Giorgi Martini, l’architetto di Federico da Montefeltro, che ha lavorato per molti anni anche al Palazzo Ducale.
Dopo il terremoto del 12 gennaio, l’architetto romano Giuseppe Valadier costruì l’attuale cattedrale in stile neoclassico.
La Cattedrale ha una pianta a tre navate con una decorazione neoclassica di paraste e capitelli, nelle navate laterali tele di grande pregio storico-artistico, quali il Martirio di S. Sebastiano (1535-1612) e la S. Cecilia di Federico Barocci, da Raffaello. Annesso al Dumo si trova il Museo Diocesano Albani, in questo museo è conservato l’arredo ecclesiastico  dal XIII secolo ed il percorso espositivo, è ben suddiviso in tre sale con diverse opere e collezioni.

Monumento a Raffaello Sanzio

Si trova alla fine di Via Raffaello, appena fuori le Mura, ed è un grandioso omaggio a questo celebre artista urbinate. È composto da una grande statua di bronzo che ritrae Raffaello con in mano un pennello ed una tavolozza di colori.
Insieme alla statua ci sono anche le sculture allegoriche di Genio e Rinascenza che sono in basso, ai suoi piedi.
Il Monumento a Raffaello di Luigi Belli è il primo pensato e progettato per essere posizionato in uno spazio aperto.

  • Indirizzo:  P.le Roma 1A, Pian del monte, 61029, Urbino PU

Oratorio San Giovanni in Urbino

Dietro la facciata gotica dei primi del 1900 si nasconde il capolavoro dell’Oratorio. Una volta varcato il il portone può ammirare il ciclo di affreschi dei fratelli Lorenzo e Jacopo Salimbeni da San Severino (1400 circa) , i più importanti interpreti del tardo gotico marchigiano.
Colpisce subito la “Crocifissione” che ricopre l’intera parete dell’abside. L’oratorio prende il nome dagli affreschi sulla parete destra  in basso e in alto, che illustrano le storie della vita di San Giovanni Battista. Lungo la parete laterale sinistra si trovano ancora altri affreschi ed anche la Madonna col Bambino tra i Santi Giovanni Battista e Giovanni Evangelista.

  • Indirizzo: Via Federico Barocci
  • Orario: dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 17.30 dal lunedì al sabato, dalle 10.00 alle 12.30 domenica, domenica pomeriggio su richiesta.
  • Costo: € 2,50

Rampe elicoidali e Teatro Raffaello sanzio di Urbino

Urbino è una città verticale con strade strette, per questo per evitare imboscate Federico da Montefeltro  commissionò che ai piedi del Palazzo Ducale sotto i Torricini, fosse costruito un bastione e all’interno alcune rampe elicoidali.
Grazie a questo capolavoro di ingegneria, il Duca poteva accedere alle scuderie ducali direttamente dal Palazzo, ed arrivare fino al piazzale di borgo Mercatale. Inoltre al bastione furono aggiunti alcuni cannoni che consentivano di controllare l’area sotto il Mercatale.
Nel 1800 al bastione venne sovrapposto il Teatro Raffaello Sanzio, per cui la parte terminale è stata demolita. Se hai  tempo percorri queste scale e respira parte della storia di Urbino, ma fai attenzione perché non sono molto comode e sicure!

I posti migliori per fare le foto ad Urbino

I 2 scorci più belli e romantici, e da cui fare foto incredibili e bellissime, sono senza dubbio quelli:

  1. Fortezza Albornoz
  2. e la terrazza della torre della facciata dei Torricini, quest’ultima circonda completamente la torre, e da qui puoi ammirare una parte dei tetti della città e delle colline circostanti.
  3. Un altro punto molto bello da cui fare foto è il Giro Le Mura sotto la facoltà di Sociologia, da qui vedi tanto verde e tutti i dintorni di Urbino.
  4. Per fare foto meravigliose al Palazzo Ducale ti consiglio di scegliere anche la visuale dal piazzale di Borgo Mercatale, anche spostandoti un po’ verso le strade esterne, ti assicuro che il risultato è davvero grandioso.
  5. Ultimo consiglio, perditi nei vicoli, anche qui potrai scattare foto davvero memorabili e sicuramente speciali.

Orecchio del Duca

Una piccola grande curiosità ed esperimento che ti consiglio di fare è quello di sperimentare la grandiosa acustica sotto i due torricini.

urbino torricini
Posizionati tu su una colonna ed il tuo partner/amico dall’altro lato, sotto il muro semicircolare e prova a parlare…il risultato è che sentirai tutto in modo chiaro e pulito come se foste vicini! In questo modo usavano comunicare le guardie del Duca per comunicare senza farsi ascoltare dagli altri, davvero efficace ed efficiente.
Noi anche dopo anni ci stupivamo ogni volta e provavamo giorno dopo giorno con persone diverse sia per vedere lo stupore sia per rivivere il nostro!

Dove e cosa mangiare ad Urbino

Tra i posti cult dove mangiare ad Urbino ti segnalo la pizzeria Il Buco che si trova in Piazza della Repubblica, una piccola pizzeria dove gustare pizze al taglio deliziose.

Urbino è anche famosa per la crescia, una sorta di piadina sfogliata che riscuote sempre grande successo e che è un must in terra urbinate, il posto più buono per gustarne una fresca e fatta artigianalmente è Il Ragno D’oro in Viale Don Giovanni Minzoni, 2.

Per una buona pizzeria/ ristorante tra i vicoli di Urbino ti consiglio Le tre Piante,Via Voltaccia della Vecchia, 1 e se vai in primavera estate puoi godere del tavolo all’aperto e dello spettacolo delle rondini e dei colori all’imbrunire, molto romantico e suggestivo.

Da prendere la pizza gratinata con verdure, deliziosa!

Per un pranzo/cena ti consiglio anche il ristorante La Trattoria del Leone, via Cesare Battisti 5, per gustare piatti della tradizione marchigiana in un ambiente molto carino ed a prezzi discreti.

Dove dormire ad Urbino

Hotel Mamiani

Hotel Mamiani, un hotel situato tra le colline che circondano Urbino, a 1.5 km di distanza dal centro storico, è una struttura molto elegante e con stanze confortevoli.
Al suo interno è presenti anche una spa, ed ha a disposizione due parcheggi gratuiti, si trova in una zona ben servita anche dai mezzi pubblici e facile da raggiungere con la macchina, senza rischiare di beccare qualche multa per la ZTL. La colazione è abbastanza ricca e ci sono anche prodotti gluten free. I costi sono sicuramente interessanti, l’ho sperimentato in prima persona quindi ti posso garantire che è davvero un’ottima sistemazione. (not sponsored).
Al costo di €12 a notte puoi portare con te il tuo cane.

  • Indirizzo: via Bernini, 6 61029 Urbino Italia

Hotel San Domenico

L’hotel San Domenico era un antico convento rinascimentale, si trova di fronte a Palazzo Ducale, in una posizione centralissima.

Si tratta di un albergo a 4 stelle molto bello ed elegante.  Le camere sono ampie e dotate di tutti i comfort, e nelle Suite anche poltrone per massaggi “shiatsu” e tea-pot.

Si trova in Piazza Rinascimento 3 – 61029 Urbino, prezzi decisamente alti ma in linea con la fascia dell’hotel.

Come arrivare ad Urbino

In auto

Da Bologna (175 Km)
Autostrada A14 direzione Bologna – Canosa
Uscita Pesaro-Urbino
Proseguire per S.P. 423 (26 Km)

Da Ancona (100 Km)
Autostrada A14 direzione Canosa – Bologna
Uscita Fano
Superstrada E78 – Ss 3 direzione Roma – Urbino
Proseguire E78 – Ss 73 bis per Urbino (12 Km)

Da Roma (260 Km)
Autostrada A1- E35 – E45 fino Orte
Proseguire per E45- Ss 3 bis fino a Umbertide
Continuare per Ss 3 direzione Roma – Urbino
Proseguire E78 – Ss 73 bis per Urbino (12 Km)

Con il treno scendere alla stazione di Pesaro e poi prendere il bus urbano per Urbino fuori nel piazzale della stazione, in soli 40 minuti si raggiunge la destinazione.

Quanti giorni ci vogliono per visitare Urbino?

Per visitare bene Urbino, compreso il Palazzo Ducale, sono sufficienti 2 giorni. Il periodo migliore è senza dubbio  primavera/ autunno, mentre in estate il caldo è molto torrido ed in inverno tra nebbia e neve rischi di perdere gran parte della bellezza della città.

Dove parcheggiare?

Il posto più comodo è senza dubbio il grande parcheggio che trovi a Borgo Mercatale, che ha un costo di circa 10€ al giorno, ma per i dettagli guarda qui sotto:

Costi orari parcheggi in struttura (Borgo Mercatale e Santa Lucia):

  • 1° ora: 1,50€ (primi 45’ 1,00€)
  • 2° ora: 1,20€
  • Dalla 3° ora in poi: 1,00€/h

Costo giornaliero in struttura (Borgo Mercatale e Santa Lucia):

  • 1° giorno: 10,00€
  • Dal 2° giorno in poi 5€/gg

Da qui poi puoi anche prendere l’ascensore per arrivare direttamente nel centro storico, in piazza della repubblica.

 

Stefania, copywriter e digital strategist, amo leggere, viaggiare ed ascoltare le storie dal mondo. Adoro l'Asia. Vegan, piena di speranza per un pianeta migliore, innamorata del mio cagnolino Giotto.

Stefania, copywriter e digital strategist, amo leggere, viaggiare ed ascoltare le storie dal mondo. Adoro l'Asia. Vegan, piena di speranza per un pianeta migliore, innamorata del mio cagnolino Giotto.

Write A Comment