fbpx
Consigli di viaggio

Covid-19 e viaggi: dove possono andare gli italiani

Pinterest LinkedIn Tumblr

Dal  1 settembre sono state modificate alcune regole relative ai viaggi da e per l’estero, questo aggiornamento è dovuto all’entrata in vigore dell’ordinanza del 28 agosto del  Ministro della Salute Roberto Speranza.

Nuove regole per viaggiare dal 1 Settembre

É consentito il viaggio all’estero per turismo nei paesi dell’elenco C, ovvero:

PAESI ELENCO C

Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca (incluse isole Faer Oer e Groenlandia), Estonia, Finlandia, Francia (inclusi Guadalupa, Martinica, Guyana, Riunione, Mayotte ed esclusi altri territori situati al di fuori del continente europeo),Germania, Grecia, Irlanda, Israele, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi (esclusi territori situati al di fuori del continente europeo), Polonia, Portogallo (incluse Azzorre e Madeira), Repubblica Ceca, RomaniaSlovacchia, Slovenia, Spagna (inclusi territori nel continente africano), Svezia, Ungheria, Islanda, Norvegia, Liechtenstein, Svizzera, Andorra, Principato di Monaco.

Qui sono permessi tutti gli spostamenti per turismo ma solo in possesso di Green Pass.
Per chi rientra in Italia da uno di questi paesi deve presentare il Green Pass e compilare il Passenger Locator Form PLF. Senza questi documenti è previsto altrimenti l’isolamento fiduciario per 5 giorni con test molecolare.

*** Giappone, Canada, Stati Uniti e Israele

In base alla normativa italiana, per i viaggiatori che siano stati nei 14 giorni antecedenti l’ingresso in Italia in questi Paesi, è consentito venire in Italia senza necessità di motivazione dovranno però produrre la seguente documentazione.

Adempimenti all’ingresso in Italia

Per tutti coloro che hanno soggiornato o transitato nei quattordici giorni antecedenti all’ingresso in Italia in

  • Canada,
  • Giappone
  • Stati Uniti
  • Israele

la normativa prevede che al rientro in Italia sia obbligatorio presentare:

    • certificato vaccinale in cui sia confermato il fatto di aver completato il ciclo vaccinale da almeno 14 giorni,  oppure il certificato di guarigione, la cui validità è pari a 180 giorni dalla data del primo tampone positivo
    • inoltre è necessario presentare anche l’esito negativo di un tampone molecolare o antigenico effettuato nelle 72 ore prima dell’ingresso in Italia. I minori al di sotto dei 6 anni sono esentati dall’effettuare il tampone pre-partenza
    • compilare il Passenger Locator Form

Per i paesi che fanno parte dell’elenco D invece bisogna compilare il PLF, presentare il Green Pass, avere un tampone molecolare negativo effettuato nelle 72 ore precedenti e un altro tampone dopo 5 giorni di isolamento dall’arrivo.

PAESI ELENCO D:

Albania, Arabia Saudita, Armenia, Australia, Azerbaigian, Bosnia ed Erzegovina, Brunei, Canada, Emirati Arabi Uniti, Giappone, Giordania, Libano, Kosovo, Moldavia, Montenegro, Nuova Zelanda, Qatar, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord (compresi Gibilterra, Isola di Man, Isole del Canale e basi britanniche nell’isola di Cipro ed esclusi i territori non appartenenti al continente Europeo), Repubblica di Korea, Repubblica di Macedonia del Nord, Serbia, Singapore, Stati Uniti d’America, Ucraina, Taiwan, Regioni amministrative speciali di Hong Kong e di Macao.

Per i paesi dell’elenco E invece non è consentito spostarsi per turismo ma solo per

  • lavoro
  • salute
  • studio
  • assoluta urgenza
  • rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

E comunque al rientro si dovrà:

  • sottoporsi a tampone molecolare o antigenico (con risultato negativo) 72 ore prima dell’ingresso in Italia
  • compilare il Passenger locator form–  – prima dell’ingresso in Italia.
  • comunicare immediatamente il proprio ingresso in Italia al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio
  • raggiungere la propria destinazione finale in Italia solo con mezzo privato
  • isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria per 10 giorni
  • dopo l’isolamento un altro tampone molecolare o antigenico.

Inoltre c’è l’obbligo di comunicare subito il proprio ingresso in Italia al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio.

voli covid test

PAESI ELENCO E

tutti gli altri Stati e territori non indicati in altro elenco

Regole speciali per chi ha soggiornato o transitato in Brasile, India, Bangladesh e Sri Lanka:

  • presentare il Passenger Locator Form,
  • tampone prima di partire
  • isolarsi per 10 giorni
  • e infine un altro tampone

Possibilità di nuovi corridoi turistici per mete esotiche

Un ulteriore novità è quella che i ministeri del Turismo e della Salute stanno cercando di avviare speciali corridoi turistici  per  le destinazioni  Egitto, Maldive, Seychelles, Mauritius, Zanzibar, Repubblica Domenicana.

Green Pass dal 1 Settembre: trasporti in italia

Il Green Pass sarà obbligatorio per tutti gli autobus interregionali, autobus per servizi di noleggio con conducente, aerei anche nazionali, navi e traghetti per il trasporto interregionale e treni Intercity e Alta Velocità.

In Italia il Green Pass è valido con una dose di vaccino o il test negativo effettuato nelle 48 ore precedenti mentre per i viaggi all’estero è necessario avere due dosi.

 

Stefania, copywriter e digital strategist, amo leggere, viaggiare ed ascoltare le storie dal mondo. Adoro l'Asia. Vegan, piena di speranza per un pianeta migliore, innamorata del mio cagnolino Giotto.

Stefania, copywriter e digital strategist, amo leggere, viaggiare ed ascoltare le storie dal mondo. Adoro l'Asia. Vegan, piena di speranza per un pianeta migliore, innamorata del mio cagnolino Giotto.

Write A Comment