fbpx
Italia

Gubbio: cosa vedere in un giorno nella città dei Ceri

Pinterest LinkedIn Tumblr

Come arrivare a Gubbio

Gubbio si trova a nord di Perugia, molto vicina al confine con la regione Marche, è posizionato alle falde del Monte Ingino ed è attraversata dai torrenti Camignano e Cavarello.

Raggiungere Gubbio in auto

Da nord: autostrada A14 ADRIATICA, uscita Fano e si prosegue per Roma-Gubbio

oppure autostrada A14 uscita Ancona nord- Jesi e poi prendere svincolo SS 76 per Jesi/Fabriano e poi seguire le indicazioni per Aeroporto-Interporto/Jesi/Fabriano/Roma/Grotte di frasassi ed entrare in SS76 e poi in SS318 fino all’indicazione Gubbio.

Da sud: seguire A14 uscita Ancona Nord e poi verso Jesi prendi la strada SS76 fino alla SS219 ed uscita Gubbio,

oppure A14 uscita Civitanova Marche, segui per Macerata-Tolentino poi arrivato a Foligno segui indicazioni Perugia/Fano e prendi la SS3 e poi prendi il bivio per Firenze-Roma-Gubbio-Perugia e poi l’uscita Gubbio.

In Aereo

Puoi arrivare in aereo a Roma e poi in meno di 3 h di macchina raggiungere Gubbio, oppure ad Ancona ed in circa  1 ora sei arrivato a Gubbio.

In Treno

Gubbio non ha una stazione ferroviaria quindi per raggiungerla con il treno dovrai scendere a  Fossato di Vico, che è a circa 20 km da Gubbio. Dalla stazione di Fossato di Vico ci sono treni diretti da Ancona e Roma Termini.

Itinerario a piedi a Gubbio

Qui c’è il nostro itinerario a piedi, però attenzione abbiamo preso nuovamente la macchina per prendere la cestovia sul Colle Eletto.

La festa dei Ceri di Gubbio

Il 15 Maggio di ogni anno si svolge l’importantissima e famosa  (in tutto il mondo) Festa dei Ceri, la più antica manifestazione folcloristica italiana. 

I Ceri sono tre alti e pesanti manufatti lignei (i ceri)sormontati dalle statue di Sant’Ubaldo, di San Giorgio e di Sant’Antonio Abate che sono portati a spalla e di corsa per la città fino al traguardo finale che è la Basilica di S.Ubaldo.

La particolarità è che la corsa si svolge tutta in salita e che è una festa molto sentita, ad ogni modo non è una gara perché bisogna rispettare l’ordine di partenza e Sant’Ubaldo deve essere in testa.

Questa festa è così importante che dal 1973 i Tre Ceri rappresentano il simbolo della Regione Umbria e sono stilizzati nel suo gonfalone e nella bandiera ufficiale.

Ci sono due ipotesi sull’origine della Festa dei Ceri, una religiosa e l’altra pagana.

La prima risale all’offerta degli eugubini al loro Vescovo Ubaldo Baldassini, in suo onore dopo la sua morte nel 1160 e che è stata portata avanti ogni anno come dimostrazione della loro devozione.

La seconda ipotesi invece è la rievocazione dell’antica festa pagana in onore di Cerere, dea delle messi, protettrice di tutti i prodotti agricoli.

Cosa vedere a Gubbio: il teatro romano

Il nostro itinerario a piedi comincia proprio da qui, vicino al Teatro c’è un ampio parcheggio a pagamento dove lasciare l’auto.

Il teatro romano risale I secolo a.c. in passato arrivava ad ospitare ben 6000 spettatori, sono ancor ben visibili le arcate inferiori.

Dopo essere stato restaurato viene utilizzato nei mesi estivi per mettere in scena alcune spettacoli che possono vantare una location ed atmosfera suggestiva.

Vicino al Teatro c’è l’Antiquarium, un museo archeologico che conserva i reperti ritrovati in zona e dove si può ammirare anche una domus ed i suoi mosaici.

Informazioni Teatro romano e Antiquarium

Indirizzo: Via del Teatro Romano – 06024 Gubbio (PG)
Orario: dal mercoledì alla domenica: 8.30-19.30 (ultimo ingresso ore 19.00); chiuso il lunedì e martedì.
Costo: Biglietto intero € 3,00, ridotto € 2,00, gratuito per i cittadini dell’U.E.

PER INFO CLICCA QUI

Cosa vedere a Gubbio: il centro medievale

Gubbio è una città ricca di storia ed il suo centro ne è la dimostrazione lampante, qui si respira ancora l’atmosfera medievale grazie alle sue architetture e ai suoi palazzi, la sua storia più proficua è durante il XIV secolo, dove il  borgo è cresciuto e si è sviluppato.

Inoltre Gubbio è famosa anche per San Francesco d’Assisi, è qui a Gubbio che il Santo visse per un po’ e famosa è la leggenda con il lupo.

Di cosa parla la leggenda del lupo e San Francesco?

Un giorno Francesco a Gubbio vide che non c’era nessuno in giro, tutti i cittadini erano chiusi nelle loro case per paura di un Lupo, così Francesco andò a parlare con il Lupo.
Francesco lo vide e lo chiamò e gli ordinò di non fare più del male né agli uomini né agli animali in nome di Dio.

Francesco parlò con il lupo che capì il suo errore, ed il santo disse agli abitanti di Gubbio che  il lupo voleva vivere in pace, ma loro in cambio avrebbero dovuto dargli da mangiare.
Da quel giorno grazie a Francesco tornò la pace a Gubbio ed il Lupo passava a trovare gli abitanti che gli davano da mangiare.

Se ti va puoi percorrere l’anello cittadino detto appunto Percorso “Fratello Lupo”, che permette di visitare i luoghi francescani della città, “seconda patria” del Santo di Assisi.

Dopo essere entrati nelle mura ed aver raggiunto il centro medievale di Gubbio ci siamo diretti verso Palazzo Bargello e la fontana dei Matti per la nostra prima tappa dell’itinerario a piedi per visitare Gubbio.

Palazzo Bargello e la fontana dei Matti

In via dei Consoli il Palazzo Bargello, un’architettura del 1300 di stile gotico che oggi è sede del museo della balestra. Qui nella piazza del Bargello c’è anche la famosa fontana dei matti (fontana del Bargello) chiamata così per alcune bizzarre e simpatiche usanze.

La patente da matto di Gubbio

Di fronte alla fontana del Bargello dopo aver compiuto 3 giri di corsa intorno alla fontana ed esserti bagnato con la sua acqua hai diritto alla patente da matto che potrai comprare a €3,50 in uno dei negozi vicini, un vero e proprio attestato su pergamena con il tuo nome scritto con calligrafia antica.

Gubbio è infatti conosciuta come la città dei matti per via dell’imprevedibilità e ironia dei suoi abitanti, c’è anche una versione ufficiale della patente da matto rilasciata dall’associazione “Maggio Eugubino”.
Per ottenerla devi versare un contributo all’associazione e puoi richiederla anche via mail: info@maggioeugubino.com ma sarà consegnata solamente in presenza.

Per ulteriori info leggi qui

Piazza Grande e Palazzo dei Consoli

Passeggiando in via dei Consoli costeggiando tanti negozi di prodotti culinari e ceramiche ed anche molti bar e ristoranti, arriverai nella fantastica Piazza Grande, una terrazza pensile che affaccia sulla vallata e sui tetti circostanti, uno spettacolo incredibile.

Questa bellissima piazza è stata resa celebre anche dalla nota serie televisiva Don Matteo, qui sono state infatti girate moltissime scene.

Nella piazza troviamo il palazzo dei Consoli, costruito nel XIV secolo dal governo è in stile gotico, ora è sede del museo civico e qui sono custodite anche le Tavole eugubine che sono 7 tavole bronzee ritrovate nel XV secolo che parlano di complessi cerimoniali di lustrazione ed espiazione della città. 

Di fronte al Palazzo dei Consoli c’è invece il Palazzo Pretorio una costruzione iniziata nel XIV e protratta fino al XVII secolo, ora è la sede del comune di Gubbio.

Il Duomo e il Palazzo Ducale

Continuando nella salita, oppure prendendo l’ascensore gratuito, si può arrivare fino al Palazzo Ducale, antica residenza di famiglia dei Montefeltro oggi qui c’è un museo storico. Nel Palazzo Ducale si possono visitare alcune sale, i sotterranei e  lo straordinario studiolo, con soffitto a cassettoni e pareti coperte da splendide tarsie lignee, che è simile a quello del Palazzo Ducale di Urbino.

Info Palazzo Ducale

Via Sant’Ubaldo, 1 – 06024 Gubbio (PG)
Tel. +39 075 9275872
Orario: dal 20 giugno al 2 ottobre 2022 – tutti i giorni: 10.00 – 19.00 (ultimo ingresso ore 18.30)
Costo: Biglietto intero € 12,00;
ridotto per € 8,00  cittadini dell’Unione Europea  e cittadini non comunitari tra i 18 ed i 25 anni
ridotto € 3,00 per i ragazzi tra i 6 e 18 anni

Il Duomo  dei Santi Mariano e Giacomo (che è di fronte al Palazzo Ducale) fu costruito a partire dal 1190 e terminato nel 1336, fu poi modificato nella seconda metà del XVI secolo, la facciata è composta da un rosone decorato con i simboli dei quattro evangelisti e dell’agnello mistico.

La cattedrale è in stile gotico, l’interno è ad un’unica navata con soffitto a capriate, e coro rettangolare con abside. Sull’altare c’è un importante Crocifisso in legno del XIV secolo, le cappelle laterali conservano numerose opere d’arte.

Nella Cattedrale c’è il Museo Diocesano, che conserva numerose opere d’arte provenienti da Gubbio.

La Basilica di Sant’Ubaldo

Si trova in cima al monte Ingino, noi per raggiungerla abbiamo preso la cestovia dal colle dell’Eletto, qui nella basilica è custodita l’urna in bronzo che contiene il corpo del santo patrono Ubaldo.
La Basilica inoltre è famosa perché è il punto d’arrivo della celebre corsa dei Ceri, che si tiene ogni anno il 15 maggio.
Qui sono custoditi infatti i ceri e la prima domenica di maggio vengono trasferiti in città ed esposti nel Palazzo dei Consoli, poi il 15 maggio, con la corsa dei ceri, torneranno nella Basilica.
La basilica fu edificata su una preesistente piccola chiesa dedicata a sant’Ubaldo e  fu poi ampliata nel XVI secolo, periodo in cui fu costruito il convento e il chiostro.
All’esterno si presenta molto semplice e lineare mentre all’interno troviamo cinque navate e un’abside semicircolare.
La chiesa è illuminata da finestroni con vetrate che raffigurano  le Storie della vita di sant’Ubaldo.
Nel chiostro ben curato ci son affreschi del 1500 con scene della vita di Sant’Ubaldo.

Info Basilica di Sant’Ubaldo

Indirizzo: Via Monte Ingino, 5, 06024 Gubbio
Telefono 075 927 3872

Come muoversi a Gubbio

Gubbio è una città facile da girare a piedi, anche se è fatta di tante salite e discese ci sono diversi mezzi a tua disposizione per evitare la fatica. Puoi infatti girarla con il trenino turistico, oppure prendere gli ascensori pubblici o la cestovia.

La Cestovia e gli ascensori pubblici

La funivia del Colle Eletto si trova in via San Girolamo, nei pressi di Porta romana. Un mezzo singolare e comodo per arrivare fino alla Basilica di Sant’Ubaldo ed anche per poter ammirare la città da un’altra prospettiva e dall’alto.
La funivia raggiunge la Basilica di S. Ubaldo in soli 6 minuti, il costo è di €6 andata e ritorno, dovrai salire al volo sulla cestovia e potrai condividere il posto con un’altra persona.
Un’esperienza adrenalinica che ti porterà da 532 m a 908 m.

Gli ascensori pubblici sono due:

  • da Via Baldassini a Piazza Grande aperto dalle ore 9 alle ore 19.30
  • da Via XX Settembre alla cattedrale e Palazzo ducale dalle ore 9 alle ore 18.20
  • sono completamente gratuiti e ti aiuteranno a spostarti facilmente nella città di Gubbio

Dove e cosa mangiare a Gubbio

Gubbio è famosa per la sua tradizione culinaria fatta di norcineria, formaggi, salumi, porcini e tartufo. Uno dei suoi prodotti più noti è la crescia, una specie di focaccia/piadina fatta con acqua farina e lievito e farcito con carne e salumi.

Imperdibili anche le famose pappardelle ai funghi porcini con tartufo.

Ti consiglio di fermarti in Piazza Giordano Bruno e scegliere uno dei ristoranti presenti per assaporare le deliziose paste con funghi porcini e tartufo come abbiamo fatto noi, le papille gustative ringrazieranno.

Dove dormire a Gubbio

Noi abbiamo scelto di dormire fuori dalla città in un agriturismo immerso nella natura, una vera oasi di pace, che ci ha permesso di scoprire in serata miliardi di stelle e le lucciole che non vedevamo più da almeno un decennio.

Agriturismo Aurora

Ci siamo trovati benissimo e per questo vogliamo consigliartelo spassionatamente, ma solamente se sei in macchina, (no adv, no collab) se sei in cerca di pace, contatto con la natura e voglia di silenzio e relax.

L’agriturismo ha anche una piscina ed un idromassaggio all’aperto ed accetta cani, si chiama Aurora.

AURORA si trova in via Nogna n.53 e se vuoi prenotare puoi cliccare qui.

Se invece vuoi soggiornare in centro a Gubbio ecco alcune proposte:

Relais Ducale

Hotel 4 stelle
Indirizzo: Piazza Grande, 5, Via Galeotti, 19, 06024 Gubbio 

-Hotel Gattapone

Hotel 3 stelle
Indirizzo: Via Beni, 11, 06024 Gubbio PG

 

Hotel San Marco

Hotel 3 stelle
Indirizzo: via Campo di Marte 2, 06024 Gubbio
san-marco.umbriahotelsweb.com/it/

Stefania, copywriter e digital strategist, amo leggere, viaggiare ed ascoltare le storie dal mondo. Adoro l'Asia. Vegan, piena di speranza per un pianeta migliore, innamorata del mio cagnolino Giotto.

Write A Comment

SCARICA LA GUIDA GRATUITA
“COME COSTRUIRE UN BLOG DI VIAGGIO”